Come prepararsi alle vendite di Natale di oggetti fatti a mano

Come prepararsi alle vendite di Natale? Domanda impegnativa. Però me la sono fatta lo stesso…

prepararsi per vendite di Natale di oggetti fatti a mano

Lo so che questo post arriva un po’ in ritardo e molte di noi saranno già indaffarate per essere pronte in vista delle vendite di Natale ma spero che, se sei ritardataria come me, questo articolo ti possa  ancora dare una mano.

Siamo già a novembre e ora non si può più rimandare. Tocca fare un po’ di mente locale e capire come muoversi per massimizzare le vendite sotto Natale che, per noi che facciamo handmade, rappresentano almeno il 60% dei ricavi di tutto l’anno.

Ecco cosa fare, considerando la tua attività a 360° e muovendoti su più fronti: online, sui social media, nella vita reale.

NEL TUO LABORATORIO/CRAFT ROOM

  • Se non sei già all’opera, sappi che è il momento di darsi da fare  per rimpinguare lo shop online e allestire lo stand del mercatino di Natale. Dai la precedenza alla tua linea di prodotti più venduti ma punta anche su qualche nuovo pezzo che possa stuzzicare l’attenzione di chi già ti segue ed apprezza.
  • Se vuoi affidarti ai trend di stagione (purché in linea con il tuo brand e  il tipo di creazioni che fai) potresti scegliere tra le seguenti opzioni (trovate in un articolo sul blog di Etsy).

SUGGERIMENTI SU NUOVI PRODOTTI DA CREARE

  1. oggetti per avvolgere cavi, auricolari, caricabatterie.
  2. custodie per tablet e pc portatili, magari caratterizzati da un tocco di humour o a tema festivo.
  3. porta-gioie da mettere in valigia.
  4. accessori da viaggio (pantofole facilmente ripiegabili da mettere in valigia, mascherine per gli occhi, creme contro il jet-lag, ecc.).
  5. piccoli porta-monete e astucci di tutte le fogge e colori (non ne abbiamo mai abbastanza!).
  6. creazioni personalizzate con le iniziali dei tuoi clienti, una loro foto o il loro simbolo zodiacale. Ma offri anche qualsiasi altra cosa che li contraddistingua e renda l’oggetto ancora più “loro”.
  7.  kit per il fai da te: sono molto di moda e puoi proporli secondo temi specifici. Per l’amante del crochet, per l’appassionata di scrittura, ecc.
  8. creazioni da stampare a casa: biglietti d’auguri, menu personalizzati, chiudi-pacco… la scelta è infinita. Realizza dei prodotti digitali che permettano ai tuoi clienti di stampare da sé quel che serve loro per le feste, ma non solo…
  9. abbigliamento e accessori festivi da indossare per il cenone di Natale o a Capodanno. Non è necessario che siano rossi. Puoi “rimodulare” le creazioni che hai già realizzato per proporle come accessori per le feste, scrivendolo nella descrizione e fotografandole in un’ambientazione festiva.
  • Ricorda che non devi solo creare, creare, creare e che a monte devi pensare all’approvvigionamento dei materiali che ti servono. Fai un giro nei negozi (fisici e online) nei quali di solito acquisti e cerca di approfittare di sconti e offerte per portare a casa ciò che ti è necessario.
  • Progetta il tipo di packaging che vuoi utilizzare per le festività e compra tutto l’occorrente per essere pronta a impacchettare al primo ordine.
  • Allestisci il tuo “set fotografico” nell’angolo più luminoso (accanto ad una finestra) della tua craft room o della tua casa dandogli il mood festivo che hai scelto di utilizzare (ma sempre in linea con il tuo brand). Dì ai tuoi bimbi  e a tuo marito che non ci si devono avvicinare altrimenti ne pagheranno il fio… ahahah.
  • Organizza il tuo lavoro distribuendo le varie attività durante tutta la settimana. Per esempio: dal lunedì al giovedì produci, il venerdì fotografi ed editi le immagini migliori e il sabato carichi nel tuo shop online e pubblichi sui social. Dedicare giornate specifiche a ciascuna attività massimizza i risultati, minimizzando il dispendio di tempo ed energie. Per non dire della tua concentrazione che non può che beneficiarne sapendo che quel giorno è dedicato a quella attività e solo a quella, senza altre distrazioni.

NEL TUO NEGOZIO ONLINE

E’ la tua vetrina e va agghindata per le feste.

  • AGGIUNGI UN TOCCO FESTIVO

Se hai dei prodotti che non sono particolarmente “natalizi” puoi tranquillamente lasciarli in esposizione perché c’è chi non ama acquistare oggetti che abbiano un mood spiccatamente festivo. Puoi, però, fotografarli di nuovo in un’ambientazione che invece festiva lo è, per suggerire che possono comunque essere un ottimo regalo di Natale. Più di tutto, però, è importante “ritoccare” la descrizione nelle tue inserzioni inserendo frasi ricche di parole-chiave che facciano riferimento al fatto che possono essere un bel dono di Natale per la fidanzata, la sorella, ecc.

  • USA PAROLE-CHIAVE MIRATE 

Usa le parole-chiave di cui sopra, oltre che nella descrizione, anche e soprattutto nei titoli delle tue inserzioni. Ti aiuteranno ad essere trovata. L’ordine in cui le inserisci ha il suo peso. Nel titolo dell’inserzione quelle più importanti vanno messe prima e nella descrizione del prodotto devono trovare posto nella prima frase. Più che un’accozzaglia di parole-chiave però usa delle frasi che le contengono. Fa che la frase scelta suoni naturale e il più possibile simile a quella che userebbero i tuoi clienti per cercare ciò che vendi. Esistono numerosi strumenti per cercare di capire quali possano essere le parole che fanno per te:  Googletrends,  Google Adwords ma anche Google stesso che, quando digiti una parola nella casella di ricerca, te ne suggerisce altre simili che potrebbero magari fare più al caso tuo.

Su Etsy, puoi fare lo stesso: digita nella casella di ricerca le parole-chiavi che ti interessano e stai a guardare cosa ne viene fuori. Di solito, vengono fuori  spunti molto interessanti per i titoli delle tue inserzioni e per le tag (etichette) da dare ai tuoi prodotti.

Usa tag e parole-chiave prettamente “natalizie” se le tue creazioni si prestano ad essere considerate tali. Vendi nastri che potrebbero essere usati per decorare l’albero? Ok, usa la tag “decorazione natalizia”. Fai calze di lana che potrebbero essere utilizzate come calze della Befana, usa una tag “calza per la Befana”.

  • ORGANIZZA LE TUE CREAZIONI

Organizza le creazioni per categorie: gioielli, accessori, bellezza, hi-tech, ecc. Per destinatario:  la mamma,  il fidanzato, il bebé, ecc. Per passioni che soddisfano: la cucina (dunque regali per l’aspirante chef), il fai da te (la knitter appassionata, la sarta instancabile, l’amante del colore, ecc.).

Suddividile per fasce di prezzo. I clienti solitamente hanno le idee chiare su quanto vogliono spendere e ritrovarsi le tue creazioni già raggruppate per fasce non può che essere cosa gradita.

  • STIMOLA GLI ACQUISTI

Per stimolare le vendite potresti offrire uno sconto (anche se io non sono molto favorevole a questo tipo di strategia) oppure il trasporto GRATIS.

Puoi stimolare le vendite offrendo prodotti in edizione limitata. E magari disponibile solo per poco tempo. Oppure regalare un extra sconto ai primi 10 che acquistano nel tuo negozio, per esempio. Sono tutte strategie  prese dai libri di marketing.

Un prodotto diventa automaticamente appetibile quando è disponibile in quantità ridotte e/o per poco tempo. Oppure se ci offre la possibilità di risparmiare (fosse anche solo sul prossimo acquisto).

Piccolo aneddoto: quando vendevo divani, andava via come il pane il divano di € 500 il cui prezzo era pubblicizzato come scontato del 50% (quindi al cliente veniva assicurato che originariamente ne costava 1000, di euro) mentre rimaneva in negozio il divano sempre da 500 euro, simile per forma e qualità, ma NON scontato. L’idea di fare un affare portandosi a casa un oggetto per la metà del suo valore l’ha sempre vinta su tutto il resto, fidati.

SUL TUO BLOG O SITO WEB

  • Pubblica non più di due/tre post dedicati alle tue creazioni in vista del Natale per non essere invasiva. Va bene farsi un po’ di pubblicità ma ricorda che i tuoi lettori vengono a trovarti per quel che hai da offrire loro in termini di contenuti utili (per loro) e non vogliono essere considerati solo tuoi potenziali clienti.
  • Comunica i tuoi tempi di spedizione e lo stato delle ordinazioni. Se sei oberata di lavoro, è giusto avvisare che non prendi più ordini  a partire da una certa data e quali sono i tempi per la spedizione (soprattutto sotto Natale le poste fanno le bizze ed è importante che i tuoi clienti ricevano i loro acquisti per tempo).
  • Pubblica delle guide per i regali e condividi le “meraviglie” create dalle tue colleghe artigiane. Potrai anche aggiungere una tua creazione alla lista ma lo scopo è soprattutto quello di far conoscere il nostro meraviglioso mondo handmade. Anche per le guide potrai  ragionare come per la suddivisione dei prodotti fatta nel tuo shop online (e cioè suddividendole per destinatario, categoria, prezzo, ecc.). Non ci sono limiti alla tua fantasia.
  • Se non lo è già, rendi il tuo blog/sito web “mobile responsive”. Che significa? Che deve essere facilmente leggibile anche da smartphone. Ormai la quasi totalità dei siti lo è. Se utilizzi WordPress ci sono molti “temi” che supportano la lettura da cellulare. Se il tuo non lo fa, cambia!!!

SUI SOCIAL MEDIA

Do per scontato che tu sia social, altrimenti è ora di diventarlo! Non dico che tu debba essere in cielo, in terra e in ogni luogo ma scegli quei due o tre social network in cui ti senti a tuo agio e dacci dentro.

I più utilizzati sono quelli che ti elenco qui sotto. Fanne buon uso e non potranno che dare un aiuto alle tue vendite natalizie.

  • FACEBOOK

In questo caso, mi riferisco alla tua pagina Facebook (la mia la trovi qui) e non certo al tuo profilo personale. Se non ce l’hai è ora che tu corra ai ripari perché la pagina Facebook ti consente di utilizzare tutta una serie di funzioni che il profilo non ha. Per esempio, di leggere i dati di insight e cioè sapere quanti like e condivisioni ottengono i tuoi post, chi sono i tuoi fan (donne, uomini) che età hanno e dove vivono. Tutto necessario per fare le tue valutazioni di marketing. E inoltre, come spiego nel mio post Come vendere su facebook a breve sarà disponibile una funzione che ti permetterà di allestire il tuo negozio direttamente sulla tua pagina fb.

Ma torniamo alla stagione di Natale. Facebook è un ottimo modo per interagire con chi ti segue. Puoi postare foto e articoli sul Natale, aggiornamenti sulla tua produzione e le nuove creazioni a cui stai lavorando, pubblicizzare i post sul tuo blog, condividere il dietro le quinte del tuo laboratorio e tenerti in contatto quotidiano con le tue sostenitrici e clienti.

Investi nella pubblicità su Facebook, ovviamente puntando alla tua nicchia/target di clienti e nello specifico a chi ti segue già sulla tua pagina. Non occorre spendere molto, bastano pochi euro al giorno per ottenere i primi risultati. Ovviamente la pubblicità deve contenere riferimenti specifici al tuo sito web o negozio online e la descrizione dei tuoi prodotti. Per altro, essendo Instagram ormai di proprietà di Zuckerberg (fondatore di Facebook) se decidi di pubblicizzare su Facebook puoi scegliere l’opzione di far vedere i tuoi annunci anche su Instagram (però il tuo profilo Instagram deve essere collegato alla tua pagina facebook, ragion per cui se ancora non ce l’hai è ora di crearla!). Ne approfitto per dirti che anch’io sono su Instagram!

  • PINTEREST

Ricordati che Pinterest, più che un social network è un motore di ricerca. Sì, come Google ma, come diceva qualcuno, con foto più belle!

Sul tuo account Pinterest è ora di creare delle boards a tema. Puoi creare quella con i suggerimenti per i regali agli amanti della natura, quella relativa alla decorazione della casa per le feste, ecc. Mi raccomando: nella descrizione delle board/bacheche utilizza sempre frasi contenenti le parole-chiave più utili al tuo business e fai lo stesso anche nella descrizione dei tuoi pin. E, chiaramente, inserisci anche le tue creazioni più belle (ma senza allargarti troppo!).

  • INSTAGRAM

E’ un social network basato quasi esclusivamente sulle belle foto, si sa. Quindi, pubblicare immagini di qualità è  prioritario. Per Natale potresti pubblicare:

  • foto con i tuoi prodotti ambientati in un’atmosfera festiva.
  • il “dietro le quinte”  del tuo laboratorio in pieno caos
  • work in progress dei tuoi lavori
  • preparativi per la stagione natalizia
  • tue eventuali promozioni per le festività (se non lo dici, chi ti segue come fa a immaginarle?)

CON LA TUA NEWSLETTER

Se non ce l’hai ti suggerisco di crearla. E’ il modo più facile e diretto per stare in contatto con chi ti segue e un canale preferenziale attraverso il quale informare sulla tua attività e tutto ciò che ti riguarda.

Se decidi di offrire una promozione natalizia è giusto che tu avvisi prima di tutto le persone che hanno deciso di leggerti nella loro casella di posta.

Se decidi di lanciare un nuovo prodotto dovranno essere loro a saperlo in anteprima.

AI MERCATINI

Cerca di scegliere fiere e mercatini possibilmente dedicati all’handmade. E’ decisamente antipatico e poco remunerativo dover competere con chi vende oggetti di fabbricazione cinese per pochi euro o con il “pizzettaro” che attrae irresistibilmente ogni tuo potenziale cliente con gli odorini che sprigiona il suo forno. Inoltre, un mercatino dedicato specificatamente al fatto a mano attirerà una clientela più sensibile, in grado di apprezzare le tue creazioni e che sarà disposta a pagare più di 5 euro per i tuoi prodotti.

Non dimenticare chi è la/il tua cliente ideale. Sia nello scegliere i prodotti da mettere in vendita sia nell’allestimento del tuo stand, è solo lei/lui che devi avere bene in mente. Perché è quella/o che ti apprezzerà e acquisterà le tue creazioni con entusiasmo.

Evita i tavoli posizionati in fondo allo stand. Spingili invece il più avanti possibile. Non tutti sono propensi ad “entrare” nel gazebo. Per vergogna, per paura di venir “presi in ostaggio” da una venditrice assatanata o per non sentirsi obbligati all’acquisto. Per lo stesso motivo evita la disposizione dei tavoli a U che inevitabilmente costringe ad entrare per vedere tutte le tue cose. Sfrutta lo spazio in verticale e, se possibile, piazza un manichino o un piccolo tavolo o espositore anche al di fuori del tuo stand.

  • SCEGLI IL TUO MOOD FESTIVO

Scegli il mood festivo (rustico, tartan, naturale, scandi-style, tradizionale) da dare al tuo banco (ovviamente in linea con il tuo brand e i tuoi prodotti e possibilmente uguale a quello scelto per il tuo shop online e le tue foto sui social media)  ed esponi le tue creazioni in modo che siano perfettamente ambientate.

  •  NO A TROPPE TIPOLOGIE DI CREAZIONI

Un tavolo con sciarpe, saponi, candele, gioielli e piattini di ceramica (e per giunta magari disposti alla rinfusa) trasmette l’idea che siano prodotti di scarso valore e allontanano i clienti. Inoltre, li spingono a pensare: ma ha le competenze per fare tutte queste cose bene? Ciò non significa che devi vendere un’unica tipologia di prodotto. Puoi chiaramente offrire più tipi di creazioni ma devono avere un tema comune: decorazioni per la casa, oggetti per stare al calduccio, creazioni da indossare per abbellire il proprio outfit sotto le feste… All’interno dei temi scelti ci deve essere, poi,  un filo conduttore: lo stesso stile oppure le stesse tonalità di colore. O lo stesso materiale, per esempio.

  •   NON ESPORRE TUTTA LA TUA MERCANZIA!

Non mettere tutte le tue creazioni in mostra sul banco alla rinfusa. Avere una selezione limitata dei tuoi prodotti aiuta il cliente a focalizzarsi sui benefici delle tue creazioni senza venire sopraffatto dall’abbondanza dell’offerta che gli impedirebbe di scegliere concretamente qualcosa. Se allestisci il tuo tavolo avendo ben chiara la linea da seguire, l’atmsfera da suggerire e il/la cliente ideale, non puoi che avere più successo di colei che ammonticchia creazioni su creazioni ricoprendo l’intero banco senza che ci sia una strategia a monte.

  • CREA DELLE COLLEZIONI 

Se, per esempio, fai cappellini per bambini, puoi suddividerli per  colore o utilizzare due o tre colori per realizzare sciarpe, cappelli e guanti coordinati. Non mancherà una collezione “natalizia”, ovviamente, magari ispirata al primo Natale del bebé….

Ciò che deciderai di offrire dovrà comunicare un’immagine ben definita, servire ad uno scopo preciso (quello di attrarre il tuo cliente ideale) e ovviamente catturare l’attenzione!

  • RAGGRUPPA LE TUE CREAZIONI

Disponi le tue creazioni raggruppandole per tipologia, collezione,  colore o mood (a te la scelta) e creando dei punti focali che possano attrarre l’attenzione dei visitatori e consentire a chi, per esempio, è attratto dai colori decisi di posare subito lo sguardo sulle tue creazioni in rosso o a chi ama le creazioni “lanose” di trovare subito la tua collezione di sciarpe.

  • OGGETTI PER L’ALLESTIMENTO DEL BANCO (O PROPS)

Così come quando fotografi per il tuo negozio online, anche ad un mercatino dovrai utilizzare degli oggetti per l’allestimento del tuo banco che comunichino chi sei, cosa fai, insomma il tuo brand, ma soprattutto che aiutino il tuo cliente ad immaginare come sarà utilizzare o indossare la tua creazione. E a Natale la lista di questi oggetti varierà rispetto al solito perché dovrà suggerire il mood festivo di cui al punto 1.

  • LA TUA INSEGNA

E’ importante che il tuo stand ne abbia una dall’aspetto professionale (no ad un foglio in cartoncino con la scritta disegnata con tanto amore da tuo figlio, sorry!). Deve consistere del tuo logo (se ne hai uno) e, volendo, di una breve frase esplicativa di ciò che fai. Con un tocco festivo sarà ancora meglio. E fidati che basta una buona stampante per cominciare.

Se hai un po’ di tempo da dedicare a questo aspetto del tuo business ti suggerisco la mia

MINI GUIDA PER UN LOGO FAI DA TE

in cui ti spiego come progettare da sola il tuo logo evitando gli errori più grossolani e ottenendo un buon risultato.

teaser-pop-up

  • PACKAGING

Deve essere “favoloso” e natalizio. Scrivendo favoloso non intendo incoraggiarti ad abbondare con fiocchi, nastrini e paillettes. Deve però essere creativo, differente e farsi notare. Per arrivarci osserva come tutti gli altri confezionano le loro creazioni e vai in direzione contraria! Sarebbe anche carino che, insieme alla confezione, tu offrissi un piccolo biglietto sul quale i tuoi clienti possano scrivere i loro auguri per il destinatario dei loro acquisti.

  • CURA IL TUO ABBIGLIAMENTO

E’ importante anche quello. Il tuo brand ti rappresenta e tu devi rappresentare il tuo brand.

Se vendi bijoux chic ed eleganti e il tuo stand li rispecchia, non puoi presentarti in jeans e maglietta.

Se vendi oggetti vintage, stride un po’ che tu abbia un look troppo minimale o jap style.

Devi trasmettere la passione per ciò che fai e ovviamente indossare (se possibile) una delle tue creazioni. Se in tema con le festività, ancora meglio!

  • IL TUO ATTEGGIAMENTO

Un bel sorriso è il più bel vestito. Non avere l’aria scocciata come se non volessi essere lì. Lo sguardo aperto, attento e interessato non può che favorire l’approccio con i visitatori del tuo banco. Non molestarli con frasi insistenti e informazioni non richieste ma sii pronta a rispondere alle loro domande. E augura loro buone feste, anche se andranno via senza acquistare nulla. E’ Natale e bisogna sforzarsi di essere buoni  😉

Se sei arrivata alla fine di questo luuuungoooo articolo, ti meriti applausi a scena aperta. Sei indubbiamente motivatissima!

Spero di esserti stata utile e ti aspetto nei commenti se hai altre domande o dubbi da dissipare. Ok?

 

2 Replies to “Come prepararsi alle vendite di Natale di oggetti fatti a mano”

Benvenuta/o! Sarò felice di leggere un tuo commento.